Itinerario Bologna, luoghi da scoprire

Vacanze a Bologna, questa è una città tutta da vivere e scoprire, anche con qualche itinerario atipico.


L'itinerario turistico che vorremmo proporvi è quello che conduce da Porta Saragozza sino al Santuario della Madonna di San Luca.

L’inizio dei lavori per la costruzione di questo Santuario è datata 25 Maggio 1194. Il Santuario doveva sorgere sulle rovine di un antico convento adibito ad eremitario femminile. Il culto della Madonna di San Luca nasce con l’edificazione stessa del Santuario ad essa intitolato e si consolida con gli anni, fino a acquisire un forte valore collettivo in grado di accomunare l’intera cittadinanza bolognese.

La statua raffigurante la Madonna di San Luca fu portata in città per la prima volta nel 1433: un gesto di devozione per porre fine alla pioggia incessante che da lungo tempo stava mettendo a dura prova gli abitanti della città.

Da allora la discesa della Madonna in città è diventato un fatto a cadenza annuale, un momento peculiare della vita religiosa di Bologna. Il Santuario originario fu ricostruito durante il Settecento (dal 1723 al 1774) su progetto di Carlo Francesco Dotti. Antecedente era stata la costruzione del lungo porticato che da Porta Saragozza conduce sino al Monte della Guardia, dove sorge il Santuario.

Tutta la cittadinanza contribuì alla costruzione del porticato, costituito da ben 666 archi, visibili anche in lontananza e divenuti ormai un elemento essenziale del panorama della città. Il Portico è costituito da due parti distinte, realizzate in periodi diversi (la costruzione del primo tratto risale alla seconda metà del 1600, mentre la costruzione dell’ultimo tratto, quello in salita, fu portata a termine solo nel 1715).

I due tratti furono congiunti nel 1732 quando fu conclusa la costruzione del famoso “Arco del Meloncello”, un’opera architettonica di grande valore scenografico, anch’essa realizzata dalla maestria di Carlo Francesco Dotti.


 
Itinerari Bologna